Archivio News

Sprachnavigation

Mobile Navigation

Attualità

Qui potrete scoprire le novità nei campi della ricerca e della medicina, il programma delle manifestazioni ed eventi benefici o leggere le cronache degli eventi passati.

Volti della SM: Sonia Vitulano

Questa serie è diversa. Non si tratta di terze persone o persone non coinvolte che parlano di SM. Sono le persone con SM che parlano della loro vita e di come convivono con una malattia incurabile, delle loro speranze e delle loro paure. Come la malattia li ha messi di fronte a delle sfide, ma anche come la SM li ha resi più forti. Di quanto siano legate le esperienze buone a quelle brutte.

Volti della SM: Natacha Staudenmann

Questa serie è diversa. Non si tratta di terze persone o persone non coinvolte che parlano di SM. Sono le persone con SM che parlano della loro vita e di come convivono con una malattia incurabile, delle loro speranze e delle loro paure. Come la malattia li ha messi di fronte a delle sfide, ma anche come la SM li ha resi più forti. Di quanto siano legate le esperienze buone a quelle brutte.

Volti della SM: Oliver R. Lattmann

Questa serie è diversa. Non si tratta di terze persone o persone non coinvolte che parlano di SM. Sono le persone con SM che parlano della loro vita e di come convivono con una malattia incurabile, delle loro speranze e delle loro paure. Come la malattia li ha messi di fronte a delle sfide, ma anche come la SM li ha resi più forti. Di quanto siano legate le esperienze buone a quelle brutte.

«MSVirtual2020»: la fatigue o spossatezza, il principale sintomo della SM nella classifica di quelli più gravi

La spossatezza correlata alla SM non è solo uno dei sintomi più frequenti di questa malattia, ma anche uno di quelli più gravi. Questa tesi è stata confermata nell’ambito di uno studio nel quale si è fatto ricorso a un nuovo apposito strumento per la valutazione degli esiti della SM, il cosiddetto «Fatigue Symptoms and Impacts Questionnaire - Relapsing Multiple Sclerosis» (FSIQ-RMS).

[Bitte in "Italienisch" übersetzen:] Tag der pflegenden Angehörigen

Conto alla rovescia per la giornata dei familiari curanti

In Svizzera il 30 ottobre 2020 è il giorno dei familiari che si prendono cura dei loro parenti. Il loro numero è stimato attorno ai 600.000. Tra di loro ci sono diverse migliaia di famiglie svizzere i cui parenti assistono persone con SM. Spesso 24 ore su 24 e spesso ai limiti della loro capacità di far fronte allo stress. «Eroi della vita quotidiana» li ha definiti il consigliere federale Alain Berset, in occasione di una tavola rotonda del 2019. Purtroppo nel 2020 il coronavirus ha reso impossibili i grandi eventi. Ciononostante, la giornata dei familiari curanti avrà ancora l'attenzione che merita, grazie a contenuti informativi sul nostro sito web e social media e grazie a una speciale Infoline, che si terrà il 30 ottobre.

Un’alimentazione bilanciata migliora le condizioni fisiche generali

Nelle persone con SM, un’alimentazione bilanciata può contribuire al benessere fisico. Con «alimentazione bilanciata» s’intende una dieta variegata, ricca di frutta e verdura e povera di grassi e carne. Alcuni fenomeni collaterali della SM, come ad esempio sovrappeso, disturbi intestinali e della vescica, possono essere positivamente contrastati con un’alimentazione mirata.

Volti della SM: Corina Nüssli

Questa serie è diversa. Non si tratta di terze persone o persone non coinvolte che parlano di SM. Sono le persone con SM che parlano della loro vita e di come convivono con una malattia incurabile, delle loro speranze e delle loro paure. Come la malattia li ha messi di fronte a delle sfide, ma anche come la SM li ha resi più forti. Di quanto siano legate le esperienze buone a quelle brutte.

×