Premio SM

Premio SM

Siete tutti invitati a proporre persone o gruppi per il Premio SM.

Ogni anno la Società SM conferisce il Premio svizzero SM a persone o gruppi, che si distinguono in maniera particolare per il loro modo di convivere con la SM. Il premio svizzero SM è assegnato a individui o gruppi che con il loro agire e modo di trattare con la SM, dimostrano particolare coraggio e sostegno  verso le persone con SM e i loro familiari.

La Commissione Premi SM è eletta dal Comitato con un mandato di quattro anni ed è composta da un Membro del Comitato (Presidente), una persona con SM, un rappresentante di un Gruppo regionale (gruppo di lavoro regionale) o di autoaiuto, un Membro del Consiglio scienti-fico e un Membro della Direzione.


I passati vincitori del Premio SM

Vincitori Premio SM 2019

Anche quest’anno, in occasione dell’Assemblea generale del 1° giugno, cinque persone che si sono distinte per il loro particolare impegno sono state insignite del premio SM.

Aurélie Cavin und Sabine Blatti

Nel 2018 le due donne hanno organizzato il gala SEP‘ossible! che, coronato da esibizioni di artisti e una cena, è giunto già alla sua seconda edizione. Molti artisti hanno rinunciato al proprio compenso e le organizzatrici si sono assunte tutto il rischio finanziario, donando infine il ricavato di oltre CHF 12’000 alla Società SM. Il gala ha regalato a tutti i partecipanti una serata indimenticabile.

Martina Tomaschett

Nonostante sia costretta da anni su una sedia a rotelle a causa della SM, Martina Tomaschett si impegna con la massima dedizione a favore delle persone disabili, è operativa presso la Società SM nel ruolo di ambasciatrice, organizzatrice e interlocutrice per il Gruppo regionale dei Grigioni ed è molto attiva a livello politico, prodigandosi in particolare per l’inclusione delle persone affette da disabilità. Collabora inoltre con diversi comitati politici e condivide le proprie esperienze nel contesto dei corsi di formazione rivolti a 600 autisti di AutoPostale nei Grigioni.

Fanny Bräuning und Niggi Bräuning

Fanny Bräuning, cineasta di professione, ha accompagnato i propri genitori in un viaggio per tutta l’Europa meridionale a bordo di un camper appositamente modificato. Sebbene la mamma sia paralizzata dal collo in giù a causa della SM, la coppia di coniugi Bräuning non intende rinunciare ai viaggi. Il toccante documentario della figlia intitolato «Per sempre», mostra come il marito Niggi Bräuning riesca a superare tutti gli ostacoli grazie alla sua inventiva. 

Vincitori Premio SM 2018

  • Hugues Jeanrenaud (a sinistra) David Koller (a destra)
Per il 2018 il Premio SM è andato a ben tre fortunati vincitori

Alex Vöst è fondatore nonché presidente del Gruppo Regionale Movimento & Sport di Berna e Thun. Vöst ha fornito – con il sostegno di David Koller - un contributo fondamentale per l’ottenimento del sostegno della Società SM a favore di questi gruppi e la fondazione di ulteriori sedi in Svizzera.

Hugues Jeanrenaud e Sébastian Haas sono gli organizzatori della corsa di beneficenza «Yverdon-Chasseron» e hanno donato il ricavato di 15'000 franchi alla Società svizzera SM.

Vincitori Premio SM 2017

  • Vincitori del premio SM 2017: Walter Schmid e Liz Isler

Anche quest’anno nel corso dell’Assemblea generale del 10 giugno 2017, il premio SM è stato conferito a due persone che hanno dato prova del loro impegno:

Liz Isler
Nonostante sia gravemente affetta da SM, è attiva in varie organizzazioni per i pazienti e si adopera instancabilmente per migliorare la situazione delle persone con una disabilità. Si impegna inoltre anche a favore del Registro SM. È un’importante ambasciatrice delle tematiche e delle iniziative legate alla SM nonché delle persone che ne sono affette.

Walter Schmid
Walter Schmid è da molti anni un fido aiutante della Società SM, che sostiene con grande passione. Finora ha preso parte come volontario a quasi 100 soggiorni di gruppo e opera costantemente e con grande impegno anche in seno al Gruppo regionale di Lucerna.

Vincitrici del Premio SM 2016

Luana Montanaro

Nonostante la sua SM sia orma molto attiva - con forti attacchi e molti contraccolpi - con il suo modo di apparire in pubblico commovente e motivante ha donato alle persone con SM forza e fiducia. 

Christel Sarr

Nel 2015, in Romandia, Christel Sarr (centro della foto) ha organizzato con un grande impegno personale la "Zumbathon", raccogliendo così denaro a favore della Società SM. 

Jean-Louis Joliat

Il vincitore del Premio SM 2015, Jean-Louis Joliat è stato acclamato all’Assemblea generale. Dal 2008 l’ottantenne corre regolarmente a favore della Società SM. Il 31 maggio 2015, per esempio, ha percorso 45 chilometri durante il Walkathlon di Oberrieden raccogliendo così l’incredibile cifra di franchi 34'500.

Jann Kessler

Il Premio SM 2014 è stato conferito a Jann Kessler per il suo film «Multiple Schicksale» (Destini multipli). Nell’ambito del suo lavoro di maturità Jann ha realizzato un film molto toccante sulla vita di sette persone con SM.

Emil Berchten

Nel 2013 il Premio SM è stato vinto da Emil Berchten per la sua attività di volontario in occasione di numerosi soggiorni di gruppo. Per molti anni Emil ha prestato servizio dando sempre tutto sé stesso e con un grande impegno personale.

Beatrice Brändle & Therese Masshardt

Nel 2012 il Premio SM è andato a due volontarie benemerite di lunga data. Beatrice Brändle e Therese Masshardt sono state premiate in rappresentanza di molti altri volontari per il loro impegno al servizio delle persone con SM.

La sua referente

Christof Knüsli
043 444 43 61

×