Dettaglio

Sclerosi multipla e qualità di vita: il benessere personale

Le questioni relative al benessere personale e alla qualità di vita rivestono la massima importanza nell’ottica comune e sono molti gli aspetti che possono influenzarli. Come si sono espressi i partecipanti al Registro SM riguardo pensieri e sensazioni a livello personale e come si sono sentiti nella vita di tutti i giorni?

Il grafico di gennaio, incentrato su questo tema, illustra a tale proposito i primi dati di un sondaggio riconosciuto a livello internazionale sul tema della qualità di vita (Warwick-Edinburgh Mental Wellbeing Scale), utilizzato anche nel Registro svizzero SM.

Il nuovo grafico del mese si concentra sul benessere personale e la qualità di vita delle persone colpite. A tale scopo sono state presentate sette affermazioni relative a pensieri e sensazioni delle ultime due settimane, per le quali è stato chiesto di indicare la relativa frequenza tramite le opzioni «mai», «raramente», «talvolta», «spesso» e «sempre». I temi dell’autonomia («essere in grado di prendere decisioni)» e degli aspetti cognitivi («capacità di riflettere lucidamente») hanno registrato, nella maggior parte dei casi, un risultato positivo: rispettivamente l’86% e l’80% degli intervistati ha espresso la relativa frequenza con «spesso» o «sempre». Altre affermazioni valutate prevalentemente in modo positivo hanno riguardato la gestione dei problemi e la vicinanza provata nei confronti di altre persone (70% e 72%). Gli aspetti che invece hanno fatto scaturire una risposta negativa sono stati quelli riguardanti le proprie condizioni emotive, come «mi sono sentito rilassato/a» (46%), «mi sono sentito/a utile» (64%) o «guardo al futuro con ottimismo» (62%).  Per quanto riguarda queste ultime due affermazioni, i risultati sono stati alquanto differenti a seconda del tipo di decorso. Le persone con una forma progressiva hanno infatti espresso una valutazione meno positiva rispetto alle persone con un decorso recidivante-remittente (il 49% contro il 70% e il 53% contro il 66%).

I dati del Registro SM mostrano che temi quali l’autonomia e gli aspetti cognitivi hanno ricevuto un riscontro ampiamente positivo. In generale, entrambi questi ambiti tematici rappresentano fattori importanti per il benessere personale e la qualità di vita, analogamente a quanto emerso da altri studi riguardanti la popolazione generale. Altri aspetti, come le condizioni emotive attuali o il proprio approccio nei confronti del futuro, possono invece implicare interrogativi o persino preoccupazioni che condizionano la vita di tutti i giorni delle persone con SM. In questo contesto potrebbe essere utile ricorrere a misure di sostegno quali una consulenza psicologica o sociale, che possa influenzare positivamente il benessere personale e la qualità di vita.

Partecipare è fondamentale – e fa progredire la ricerca!

Creare un account per il Registro SM

×