Dettaglio

Sprachnavigation

Mobile Navigation

Registro svizzero SM: parlare apertamente della SM

Il grafico del mese di ottobre evidenzia con chi le persone con SM parlano apertamente della loro malattia.

All’incirca l’80% delle persone con SM iscritte al Registro svizzero SM parla apertamente della propria sclerosi multipla alla cerchia più ristretta di amici e con il proprio partner, e lo fa di fronte alla famiglia e ai parenti. Osservando il grafico si riscontra che tra il 30 e il 40% delle persone colpite ha fatto «coming out» sul posto di lavoro, anche se va puntualizzato che la media riguarda tutti gli iscritti, compresi anche i non occupati che in realtà non possono parlarne con i colleghi di lavoro. Se si osservano soltanto gli occupati, aumenta la quota di coloro che parlano apertamente della loro SM ai colleghi di lavoro o al proprio superiore, fino a raggiungere il 50 rispettivamente 47%.

Un restante terzo ne parla con i conoscenti, tra i quali figurano ad esempio gli iscritti allo stesso circolo o alla stessa associazione. La buona notizia è che quasi tutte le persone con SM sembrano avere una o più persone intorno a sé con cui poterne parlare liberamente. Solo una piccola percentuale dichiara che non è in grado di parlarne con nessuno. Le persone con una sindrome clinicamente isolata tendono a parlare meno frequentemente della propria SM al di fuori della famiglia. Questo si applica anche per il contesto lavorativo.

>> Scoprite di più sul Registro svizzero SM e iscrivetevi subito!

×