Articoli specialistici

Sprachnavigation

Mobile Navigation

Articoli specialistici

Scoprite novità interessanti dal mondo specialistico della SM.

La Società SM pubblica regolarmente articoli specialistici sulla sclerosi multipla e su temi, che possono essere interessanti per le persone con SM. Gli articoli sono scritti da personale specializzato e riferiscono su temi attuali della ricerca o generali, che riguardano le persone con SM.

Ricerca sulla SM: una nuova procedura per individuare tempestivamente i disturbi della vista è in sviluppo

I disturbi della vista causati dall’infiammazione di un nervo ottico sono tra i problemi più frequenti correlati alla sclerosi multipla (SM). Una procedura di risonanza magnetica (RM) altamente sensibile e di nuova generazione potrebbe essere utile in futuro per rilevare in modo molto più accurato i disturbi della vista. La Società svizzera SM ha sostenuto finanziariamente il progetto di ricerca.

[Translate to Italienisch:]

La carenza di vitamina D e la latitudine come fattori di rischio

Già da molto tempo, la scienza ha rilevato che un’esposizione al sole troppo ridotta e la conseguente carenza di vitamina D costituiscono un fattore di rischio per lo sviluppo della sclerosi multipla (SM). Ora, un nuovo studio ha dimostrato che una significativa carenza di luce solare può anche aumentare il rischio di recidive di SM e provocare un peggioramento del grado d’invalidità.

[Translate to Italienisch:]

Aggiornamento sulla leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML)

Da alcuni anni è noto che determinati farmaci contro la SM aumentano il rischio di sviluppare una leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML), ovvero un’infiammazione progressiva nel sistema nervoso centrale. Il Prof. Renaud Du Pasquier, medico dell’Ospedale Universitario di Losanna, ha presentato le più recenti scoperte relative alla malattia nel contesto dell’«MS State of the Art Symposium». 

Raccolta di conoscenze su coronavirus (SARS-CoV-2) e Covid-19

Nel loro dialogo, in occasione dell’«MS State of the Art Symposium», il Prof. Dr. Jan Fehr e il Prof. Dr. Milo Puhan dell’Università di Zurigo hanno illustrato l’attività di raccolta delle conoscenze sull’infezione da coronavirus SARS-CoV-2 e sul Covid-19 (la malattia causata dal virus), svoltasi in vari campi a partire dallo scoppio della pandemia. Conoscenze di cui possono usufruire anche le persone con SM.

La terapia per la SM non sembra influenzare il rischio di forme gravi di Covid-19

Un’analisi condotta in Francia ha ricercato l’eventuale presenza di fattori specifici che, nelle persone con SM, possano aumentare il rischio di contrarre la malattia da Covid-19 e la probabilità di un suo decorso grave. La dottoressa Céline Louapre dell’Hôpital Pitié Salpêtrière di Parigi ne ha presentato i risultati nella sua relazione all’ «MS State of the Art Symposium».

Nuove terapie

Tra i punti fermi del programma di ogni «MS State of the Art Symposium» non può mancare una panoramica sugli ultimi sviluppi terapeutici. Quest’anno in particolare non si è parlato solo di SM, ma anche delle terapie dei disturbi dello spettro della neuromielite ottica (NMOSD). 

[Translate to Italienisch:]

Il Covid-19 nelle persone con SM: forte partecipazione della Svizzera a un registro internazionale

Una parte del registro europeo dei pazienti LEOSS è dedicato alle persone con SM. Sei centri SM svizzeri concorrono attivamente alla raccolta delle informazioni necessarie. Il PD Dr. Robert Hoepner dell’Ospedale Universitario di Berna, in occasione del «SM State of the Art Symposium», ha presentato a nome di tutti i centri svizzeri partecipanti le conclusioni finora tratte da questi dati. 

×