Sostegno ai parenti

Sostegno ai parenti

Siete parenti o famigliari di una persona affetta da SM? È importante parlare dei propri stati d’animo e chiarire tutti gli aspetti della situazione.

Due terzi dei familiari prestano un sostegno continuo alle persone con SM. È il risultato che emerge dai sondaggi sulle esigenze delle persone con SM e di chi sta loro accanto.

I familiari dei malati cronici sono a loro volta esposti a un maggior rischio di ammalarsi e accusano più disturbi fisici e psicologici rispetto alle persone di pari età non toccate da questa problematica.

Parlare della propria situazione

Quando il supporto emotivo o l’assistenza pratica al parente con SM prevalgono troppo sulle proprie esigenze, allora è il momento di prendere in considerazione soluzioni che ristabiliscano un sano equilibrio. I familiari provano spesso un certo senso di colpa nel manifestare stanchezza, nel rivendicare più tempo per se stessi e nel proporre il ricorso a un aiuto esterno.

Siete familiari di una persona con SM? Conoscete questo dilemma? Allora è importante parlare apertamente della vostra situazione, degli aspetti più critici e dei sentimenti più sgradevoli, come la rabbia, l’aggressività o la depressione. Date importanza e ascoltate i vostri sentimenti.

Esistono diverse soluzioni per ridurre l’affaticamento, senza che questo si rifletta negativamente sulla persona con SM. È consigliabile pensare a misure concrete da applicare nella vita quotidiana, in accordo con la persona che si assiste o in modo indipendente con la consulenza di un esperto (psicologo, medico di fiducia, personale di cura, assistente sociale). Ci vuole tempo e pazienza per introdurre dei cambiamenti graduali.

Aiutarsi e farsi aiutare

Ritagliatevi del tempo per voi e scoprite le diverse modalità di aiuto esterno a cui potete ricorrere.

Offriamo un ampio servizio di consulenza per i familiari di persone con SM. Contattateci attraverso la nostra Infoline SM: siamo a vostra disposizione.

I servizi Spitex a domicilio sono un valido sostegno su cui contare per i compiti di assistenza al parente con SM o per la cura in autonomia.

Per ritagliarsi del tempo libero durante la giornata, un’opzione potrebbe essere la permanenza in un centro di assistenza diurna, collegato a un istituto o a un ospedale.

Per periodi prolungati, la Società SM offre ogni anno soggiorni di gruppo, durante i quali le persone con SM vengono assistiti 24 ore su 24 da personale qualificato.

Per confrontarvi con altre persone nella vostra stessa situazione, avete a disposizione diverse piattaforme:

  • leggete i nostri fogli informativi che informano sugli aiuti che si possono ricevere 
  • partecipate a uno dei nostri eventi appositamente rivolti ai parenti delle persone con SM.
  • anche la partecipazione a un gruppo di autoaiuto può rivelarsi utile.