Attualità

Sprachnavigation

Mobile Navigation

Attualità

Qui potrete scoprire le novità nei campi della ricerca e della medicina, il programma delle manifestazioni ed eventi benefici o leggere le cronache degli eventi passati.

Vuole rimanere sempre aggiornato?

Si abboni alla infoletter elettronica della Società svizzera sclerosi multipla

REGISTRARSI

Volti della SM: Luana Montanaro

Questa serie è diversa. Non si tratta di terze persone o persone non coinvolte che parlano di SM. Sono le persone con SM che parlano della loro vita e di come convivono con una malattia incurabile, delle loro speranze e delle loro paure. Come la malattia li ha messi di fronte a delle sfide, ma anche come la SM li ha resi più forti. Di quanto siano legate le esperienze buone a quelle brutte.

Fingolimod-Mepha® (Fingolimod) omologato

L'autorità centrale svizzera di omologazione e controllo per gli agenti terapeutici Swissmedic, ha concesso l'autorizzazione alla commercializzazione di Fingolimod-Mepha® il 4 gennaio 2021. I costi saranno coperti dall'assicurazione sanitaria di base (LAMal) dal 1° febbraio 2021. Fingolimod-Mepha® è un farmaco generico.

Nuovo studio su Covid-19 e sclerosi multipla

A febbraio 2021 inizierà un nuovo studio con l'obiettivo di ottenere informazioni e risposte a domande per le persone con SM legate al Covid-19. L’indagine fa parte dello studio di coorte svizzero sulla sclerosi multipla, cofinanziato dalla Società svizzera SM.

L’influenza degli acidi grassi a catena corta

Un progetto di ricerca attualmente in corso presso la Ruhr-Universität di Bochum sta studiando l’influenza esercitata sulla sclerosi multipla dagli acidi grassi a catena corta come prodotti del metabolismo del microbioma intestinale. I primi dati pubblicati mostrano che l’alimentazione e il relativo microbioma intestinale possono esercitare un’influenza misurabile sull’insorgenza e sul decorso della SM.

Uno sguardo al 2020

Un anno complicato sta per volgere al termine. Il coronavirus ha sconvolto la nostra quotidianità e limitato fortemente le nostre attività e i nostri contatti sociali. Una situazione che era e rimane del tutto nuova anche per il Registro svizzero SM. Ciononostante, possiamo parlare di un anno ricco di avvenimenti, durante il quale siamo riusciti a ottenere tanti ottimi risultati insieme ai nostri partecipanti.

Un nuovo studio conferma le ragioni alla base dell’alto tasso di disoccupazione tra le persone con SM

Il tasso di disoccupazione tra le persone con sclerosi multipla è piuttosto alto: può raggiungere infatti l’80% e riguarda di frequente coloro che si trovano nelle fasi iniziali della malattia. Pertanto, è fondamentale identificare i fattori di rischio specifici e i comportamenti che possono pregiudicare l’attività lavorativa per le persone con SM e individuare così degli obiettivi d’intervento che impediscano la perdita del posto di lavoro.

×