Dettaglio

Un cuore e un’anima

Nel settembre del 2018, una piccola creatura ha visto la luce. Per fortuna mia madre ne è venuta a conoscenza. Tanti piccoli cuccioli, di razza mista, belli e dolci.

A quel tempo avevamo accarezzato l’idea di avere un secondo cane con noi, perché in riabilitazione avevo reagito molto positivamente alla terapia canina. Un cane mi avrebbe dato sostegno e avrei avuto un alleato, certo avrei dovuto assumermi delle responsabilità, ma avrei anche avuto un pretesto per prendere aria fresca ogni giorno. E il nostro Westie (un West Highland White Terrier) avrebbe avuto un compagno di giochi. Insomma, una situazione vantaggiosa per tutti.

Così è successo che siamo andati con la macchina dall’allevatore. Non appena siamo arrivati, un piccolo cucciolo è corso subito da me e non voleva più andarsene. Come si dice, è stato amore a prima vista. Certo, tutti i cuccioli erano carini e bisognosi di attenzioni. Ma per me la cosa era chiara, volevo solo questa piccola cagnolina bianca e marrone. Per fortuna non era ancora stata adottata. Una decisione che non rimpiangerò mai! Dal 21 ottobre 2018 Sky vive con me. Siamo un solo cuore e una sola anima, inseparabili!

Quando è possibile porto Sky ovunque con me. È così che è successo che sono volata a Napoli da sola con lei per la prima volta e su una sedia a rotelle. Poiché non è molto grande, mi è stato permesso di tenerla in braccio. Le vacanze con lei sono state indimenticabili.

Grazie alla presenza di Sky mi sento meglio, soprattutto psicologicamente. È estremamente sensibile, sente quando non mi sento bene, la sua presenza mi dà molto conforto.

Siamo una squadra imbattibile. È incredibile quanta lealtà e solidarietà possa dare una creatura così piccola. Sky mi dà molta forza ed è sempre al mio fianco. Non le importa che io sia su una sedia a rotelle. Quando vuole venire da me, si alza sulle zampe posteriori in modo che io possa sollevarla e prenderla in braccio. Poi si siede sulle mie gambe e rimane calma. Così passeggiamo insieme tra le strade di Thun.

Purtroppo è malata e per questo deve andare spesso alla clinica veterinaria. A soli 2 anni e mezzo ha già subito tre operazioni. Una volta è stata vittima di un odiatore di cani, un'altra volta, recentemente, ha avuto una brutta pancreatite acuta. Ma è una combattente. Come me. Ed esperienze come questa ci uniscono ancora di più.

Non possiamo più immaginare la vita senza Sky. Nei fine settimana vado spesso a trovare mia nonna con lei. Anche per lei Sky è una specie di cane da terapia. «Skyli», come la chiamo spesso, è super dolce ed estremamente sensibile. Ma è anche un vero e proprio turbine e mi tiene piuttosto occupata. C'è sempre qualcosa da fare con lei: giocare, fare una passeggiata, infastidire il gatto… A loro non interessa affatto. È prezioso guardarli. A volte, quando guardo qualcosa in TV, anche Sky lo guarda - non è uno scherzo. Appena vede un animale salta letteralmente nella televisione. Non riesco a smettere di ridere quando lo fa. Ma quando è stanca, vuole sempre coccole ed è costantemente alla ricerca della mia presenza. Questi momenti mi danno anche molto amore.

Per me è molto importante che Sky stia bene e che sia un cane felice. Una creatura così leale come lei è estremamente rara da trovare. Insieme viviamo gli alti e i bassi.

Sarò sempre presente per Sky e farò tutto il possibile per assicurarmi che stia bene. Anche gli animali possono essere solidali, personalmente penso che a volte lo siano anche di più di un umano. Con Sky non ci sono tabù, mi vede come la sua padrona, sedia a rotelle o no. Le fasi negative le supero anche con l'aiuto di mia madre, pure Sky mi rimane sempre accanto, anche se per un po' non la posso portare fuori a passeggiare. Per fortuna ci pensano mia madre o la mia sorellina. Quando poi devo andare in riabilitazione a Basilea, mi si spezza sempre il cuore. È molto difficile per me lasciarla.

La vicinanza di Sky è indescrivibilmente importante per la mia vita. Mi dà la sensazione di essere necessaria, una sensazione che spesso non c'è senza un lavoro. La sua natura affettuosa, ma anche il suo lato selvaggio, sono parte di lei e per me è perfetta così com'è. Mi fa ridere così spesso. È in grado di far splendere il sole nel mio cuore.

Io e Sky ci siamo cercati e trovati a vicenda. Sento che siamo fatti per stare insieme. Anche se non so al 100% come ci si sente ad avere dei figli propri, ho dei sentimenti molto forti per Sky, un po' come una madre.

Sky è la mia vita, mi rende una persona migliore. Siamo un «Dream team», un solo cuore e una sola anima, per sempre inseparabili! La amo con tutto il mio cuore!

Luana


Lattmann & Luana: LUI si è fatto da solo e ha diretto una flotta di jet d'affari come manager d'aviazione prima che la SM gli causasse un blocco temporaneo. LEI ha battuto Belinda Bencic sul campo da tennis, ora combatte la SM, che cerca di metterla in ginocchio ogni giorno. Oliver R. Lattmann (55) e Luana Montanaro (28) scrivono da prospettive completamente diverse su una cosa in comune: la loro SM. Come e dove incontrano comprensione e solidarietà nella vita quotidiana? E quali ostacoli e tabù incontrano (ancora) intorno alla SM nel mondo esterno? Lattmann & Luana: #insiemeSiaMopiùforti, con anche il nostro team di autori per la Giornata Mondiale della SM 2021.

×