Dettaglio

Ora zero

La diagnosi nell'ufficio del mio medico di famiglia è stata pessima. Ha tenuto le immagini della risonanza magnetica davanti alla finestra e senza preavviso ha detto: «Sì, lei ha la sclerosi multipla. Ma non si preoccupi, invecchierà con la SM».

Stranamente il mio primo pensiero è stato: «Cos'è questa SM? E voglio davvero invecchiare con essa?» Sai cosa ho fatto dopo? Ho lasciato lo studio medico, sono andato al negozio di mobili più vicino e ho comprato un divano per il patio di casa. Poi sono andato in ufficio e lì ho tenuto le immagini della risonanza alla finestra come aveva fatto il medico e ho detto: «Allora, cari...», cioè alla direttrice che è un’amica mia e della mia ex ragazza, «ho la sclerosi multipla».

Non parlarne, farne un segreto o un tabù, non solo sarebbe stato inutile, ma non sarebbe mai stata un'opzione per me.

Potevo vedere e sentire le mascelle cadere. È stato peggio per tutti gli altri che per me. Perché io, io non mi rendevo nemmeno conto di quale rottura radicale ci sarebbe stata nella mia vita.

Gli altri hanno fatto...

Oliver R. Lattmann


Lattmann & Luana: LUI si è fatto da solo e ha diretto una flotta di jet d'affari come manager d'aviazione prima che la SM gli causasse un blocco temporaneo. LEI ha battuto Belinda Bencic sul campo da tennis, ora combatte la SM, che cerca di metterla in ginocchio ogni giorno. Oliver R. Lattmann (55) e Luana Montanaro (28) scrivono da prospettive completamente diverse su una cosa in comune: la loro SM. Come e dove incontrano comprensione e solidarietà nella vita quotidiana? E quali ostacoli e tabù incontrano (ancora) intorno alla SM nel mondo esterno? Lattmann & Luana: #insiemeSiaMopiùforti, con anche il nostro team di autori per la Giornata Mondiale della SM 2021.

Scarica questa news in formato PDF
×