Dettaglio

La sclerosi multipla nella politica

La Società svizzera sclerosi multipla è membro fondatore di Inclusion Handicap, dal momento che un’azione comune delle organizzazioni che si impegnano per le persone colpite anche di fronte alle autorità e alla politica ha un impatto più significativo.

Nel seguente articolo vengono illustrati due temi attuali della politica.

Risposta di consultazione alla modifica dell’OAI

Nell’estate 2020 il Parlamento ha approvato la revisione della Legge federale sull’assicurazione per l’invalidità (LAI). La legge revisionata, incluse le disposizioni esecutive modificate, entrerà in vigore il 1° gennaio 2022. Fino al 19 marzo 2021 ha avuto luogo una procedura di consultazione al riguardo. Inclusion Handicap, associazione mantello delle organizzazioni che si occupano di persone con disabilità in Svizzera, ha richiesto significative modifiche alle disposizioni esecutive, soprattutto relativamente ai punti «Procedure e perizie», «Valutazione del grado d’invalidità» e «Riduzione dei costi delle persone con disabilità». La Società svizzera SM ha partecipato alla consultazione e ha presentato la propria presa di posizione per ottenere il miglior risultato possibile agendo insieme ad altre organizzazioni associate. Già prima dell’inizio della consultazione, Inclusion Handicap aveva predisposto sei sottogruppi, in uno dei quali lavorava anche una persona esperta del team di consulenza della Società svizzera SM.

Accesso alla psicoterapia

Le persone con problemi psichici devono avere un accesso più semplice e rapido alla psicoterapia e il relativo finanziamento deve essere garantito. È proprio in presenza di malattie croniche quali la SM che spesso, oltre ai sintomi fisici, insorgono anche problemi psichici. Se le persone con SM e i loro familiari non riescono più a far fronte a questo stress e i sintomi psichici diventano un fattore onnipresente che peggiora in modo significativo la qualità di vita, è necessario poter ottenere rapidamente e in maniera semplice il supporto di uno specialista qualificato e formato in ambito psicoterapeutico. Per semplificare l’accesso a tali servizi, il Consiglio federale ha deciso che gli psicoterapeuti possono erogare le proprie prestazioni autonomamente nell’ambito dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie su prescrizione di un medico di base. In tal modo, in caso di necessità è possibile accedere a una psicoterapia in maniera più semplice e veloce. Inclusion Handicap e la Società SM accolgono con favore queste novità, anche se finora vengono finanziate solo 15 sedute e in seguito è necessario ottenere un’ulteriore prescrizione.

×