Dettaglio

Sprachnavigation

Mobile Navigation

Hai la sclerosi multipla? No, grazie...

Una volta mi sono registrato su una piattaforma di incontri, un'offerta speciale per conoscersi, che persino io potevo e volevo permettermi, 10 franchi, una settimana, o giù di lì...

Lì ho inserito tutte le mie caratteristiche, esperienze, aviazione, idee, idee sulla vita, preferenze, desideri e le mie foto reali. Nessun falso. Ho solo lasciato fuori la SM. Boom... quasi 1’000 contatti e risposte.

Per molto tempo, il romanticismo è stato l'obiettivo principale... ma prima o poi, di questi tempi, si arriva sempre alla questione «soldi». Molto su queste piattaforme alla fine della giornata si riduce alla domanda: «Come finanzi la tua vita?». Dato che la mia risposta è stata, in tutta onestà, «Ho la sclerosi multipla e vivo con una rendita d’invalidità dell’AI», la risposta è stata: «Arrivederci».

Questo coincide con le esperienze della vita reale. Ho incontrato una donna fantastica, eravamo molto in sintonia. Fino alla comunicazione della mia patologia.

Ok, d'accordo - «ma tu hai la sclerosi multipla». «Allora? Ora lo sai anche tu e conosci i miei limiti». «Sì, ... e se dovesse succedere qualcosa?» Io: «Se sposi un ragazzo sano, domani può improvvisamente avere anche un tumore al cervello. O potrebbe anche essere investito da un autobus». Lei: «Sì, ma... e se ti succede qualcosa?».

È la paura di ciò che può accadere, di ciò che il futuro potrebbe portare. A me suona come: «La tua garanzia è scaduta», «non hai futuro» e quindi «non c'è futuro per noi».

«SM». Hai queste due lettere nella tua vita. Come uno stigma sulla fronte. A volte mi sento come se potessi fumare, abbuffarmi, barare... tutto senza problemi.

Ma con la SM? Mai, neanche per sogno... È frustrante. Al contrario, non è che se arrivasse qualche disgrazia o malattia direi: «Oh, adesso hai il cancro. Posso cambiarti per favore?».

Oliver R. Lattmann


Lattmann & Luana: LUI si è fatto da solo e ha diretto una flotta di jet d'affari come manager d'aviazione prima che la SM gli causasse un blocco temporaneo. LEI ha battuto Belinda Bencic sul campo da tennis, ora combatte la SM, che cerca di metterla in ginocchio ogni giorno. Oliver R. Lattmann (55) e Luana Montanaro (28) scrivono da prospettive completamente diverse su una cosa in comune: la loro SM. Come e dove incontrano comprensione e solidarietà nella vita quotidiana? E quali ostacoli e tabù incontrano (ancora) intorno alla SM nel mondo esterno? Lattmann & Luana: #insiemeSiaMopiùforti, con anche il nostro team di autori per la Giornata Mondiale della SM 2021.

×