Dettaglio

Sprachnavigation

Mobile Navigation

Echinaforce - la svolta nella lotta contro il coronavirus?

In un articolo online di "20 Minuten" è stato spiegato se «Echinaforce» potesse essere utile nella lotta contro il Covid-19. Il Dr. med. Lutz Achtnichts, membro del Consiglio scientifico della Società svizzera sclerosi multipla, commenta l'impiego di «Echinaforce» nei pazienti affetti da sclerosi multipla.

L' «Echinaforce» è una medicina a base di erbe derivata da una pianta da fiore, l’echinacea purpurea. Alcuni studi hanno suggerito che i farmaci contenenti echinacea possono essere utili per accelerare la guarigione da un raffreddore accorciandone la durata e riducendo leggermente la gravità dei sintomi. Gli effetti osservati sono stati piuttosto minimi. Si ritiene che l'echinacea rafforzi le difese dell'organismo potenziando il sistema immunitario. Tuttavia, non è del tutto chiaro come funzioni.

Gli effetti dell'echinacea sulla sclerosi multipla non sono stati studiati. È stato dimostrato che l'echinacea stimoli il sistema immunitario, che teoricamente rischierebbe di attivare la malattia o di causare ricadute nelle persone con SM. Dunque, sono necessarie ulteriori ricerche per esplorare potenziali rischi e benefici associati all'uso dell'echinacea nella sclerosi multipla.

La società A. Vogel AG produce il preparato «Echinaforce». Questo contiene un composto a base di echinacea. Nel foglietto illustrativo viene riportata la frase seguente:

"In linea di principio Echinaforce non deve essere utilizzato in caso di malattie autoimmuni, leucosi o sclerosi multipla."

A. Vogel AG sconsiglia pertanto l'uso di «Echinaforce» nei casi noti di sclerosi multipla.

Per quanto riguarda «Echinaforce» e i virus da SARS-CoV-2, lo studio di Johanna Signer – pubblicato sul Virology Journal e citato dalla stampa – è uno studio in vitro (studio in provetta). Questo studio ha preso in considerazione il comportamento dei virus della SARS-CoV-2 nelle colture cellulari umane messe in provetta con l'aggiunta di  «Echinaforce». I risultati sono molto interessanti. Essi mostrano che «Echinaforce» ha un effetto inattivante sui virus della SARS-CoV-2. Tuttavia, in che misura questi risultati di laboratorio possano essere trasferiti a un'applicazione nell'uomo e se «Echinaforce» abbia un effetto positivo sulla malattia Covid-19 causata dalla SARS-CoV-2 non possono essere stabiliti sulla base di questo studio.

Fonte: 20Minuten, 14.09.2020
Fonte dell'immagine: luise / pixelio.de

×