Direkt zur Navigation Direkt zum Inhalt
 
 

Domande frequenti

Show all Hide all

fold faq Chi mi versa il salario in caso di incapacità al lavoro?

In caso di perdita o riduzione del reddito di lavoro, a seconda della causa, sono una o più le assicurazioni che si fanno carico di continuare a versare lo stipendio.

In caso di incapacità lavorativa breve o di lunga durata, parziale o completa la prima ad essere chiamata in causa è l’assicurazione malattia con indennità giornaliera. Questa assicurazione non è obbligatoria e pertanto può darsi che sia il vostro datore di lavoro che vi dorrà continuare a versare lo stipendio in conformità con il Codice delle obbligazioni.

fold faq Sono tenuto a comunicare al mio datore di lavoro la diagnosi di SM?

In effetti per chi ha un rapporto di lavoro in essere non esiste alcun obbligo legale di comunicare una diagnosi di SM, ciononostante è importante valutare quando e a chi rendere noto in azienda il proprio stato di salute. A tale proposito è importante riflettere sul fatto che in un rapporto di lavoro la fiducia, la collegialità o l’organizzazione del posto di lavoro sono elementi che hanno un peso rilevante. Ad un nuovo datore di lavoro deve essere comunicato tutto ciò che può influire sull’esercizio delle proprie mansioni di lavoro.

 

fold faq Sovraffaticamento e stress possono avere un effetto negativo sul decorso della SM?

La relazione tra stress e SM è un tema oggetto di intense ricerche. I risultati sono ancora poco chiari e in parte contraddittori.
Mentre gli stress psichici di breve durata in genere non sembrano avere alcuna conseguenza negativa sulla SM, i fattori di stress cronici hanno possono avere influenza sulle recidive.

I fattori di stress cronici possono includere i conflitti interpersonali (in famiglia o fuori dall’ambito familiare), esperienze di perdita non elaborate, paure generalizzate ed episodi depressivi. Anche una cattiva integrazione sociale e una situazione lavorativa sfavorevole possono causare stress cronico.

fold faq Può lo stress causare la SM?

No. Fino ad oggi non vi sono prove scientifiche a conferma di una tale ipotesi anche se risulta evidente che, tra le altre cose, lo stress cronico può danneggiare il sistema immunitario. La causa della SM non é stata ancora individuata.

fold faq Se si ha la SM si deve seguire una dieta particolare?

No. In base alle conoscenze attuali non esiste alcuna dieta capace di evitare la progressione della SM o di guarire la malattia. È però chiaro che un'alimentazione sana ha una influenza positiva sulla salute e porta le persone con SM a "sentirsi bene" e diminuisce il rischio di malattie secondarie.

Inoltre sembrano esserci molte indicazioni sul fatto che un’alimentazione ricca di acidi grassi insaturi ha un’influenza positiva sul sistema immunitario in caso di malattie del sistema cardiocircolatorio e malattie reumatiche. Un’alimentazione bilanciata con pochi grassi animali, tanto pesce, verdura e frutta è consigliabile sia agli ammalati di SM che alle persone sane. Inoltre, per chi fa poco movimento, come gli utenti di sedie a rotelle, è particolarmente indicato assumere tanti liquidi e fibre.

 

fold faq Trattamento di medicina complementare e SM – che cosa si sa?

Esistono innumerevoli metodi provenienti dalla medicina complementare che possono essere impiegati anche nella SM. Tuttavia, finora manca la prova scientifica che queste terapie alternative siano in grado di frenare il decorso della malattia.

Per singoli sintomi la medicina complementare può offrire molto se è accompagnata da un’assistenza medica tradizionale. Gli ammalati SM hanno il difficile compito di scegliere da sé la terapia più giusta e inoltre devono valutare sempre con attenzione i costi che implica la loro scelta.

 

fold faq È possibile farsi vaccinare se si ha la SM?

Fatte poche eccezioni (p.es. le vaccinazioni contro la polio con vaccino vivente) è quasi sempre possibile vaccinarsi anche se si ha la SM. Le vaccinazioni contro il tetano, la rosolia, l’epatite B e l’influenza possono essere effettuate, non esiste nessuna dimostrazione di un attacco sviluppatosi a seguito di una vaccinazione. Altri tipi di vaccinazioni dovrebbero essere effettuate solo se necessarie e di preferenza in una fase stabile della malattia vale a dire quando non è in corso un attacco di SM.

fold faq SM e desiderio di un figlio – di che cosa devo tener conto?

La sclerosi multipla non è un motivo per rinunciare ad avere figli. Dal punto di vista medico, in caso di SM, non vi sono controindicazioni o impedimenti per la gravidanza e il parto.

La cosa migliore sarebbe che la gravidanza si svolgesse in una fase di remissione della malattia e che avesse origine da una relazione di coppia stabile. Valutate con il medico l’eventualità di interrompere prima della gravidanza l’assunzione di medicinali.

fold faq Come spiego la SM a mio figlio?

Per i bambini doversi relazionare alla SM é una grande sfida, ma anche per i genitori con SM, che devono spiegare la malattia ai loro figli.

Una spiegazione adatta all’età è indispensabile per aiutare a superare le insicurezze e promuovere la comprensione riguardo alle persone con SM.

Il nostro sito internet  per bambini presenta in modo divertente e giocoso alcune tematiche selezionate e situazioni della vita quotidiana.

www.ms-kids.ch
www.sep-enfants.ch
www.sm-infanzia.ch

fold faq Qual è il decorso della sclerosi multipla?

La SM ha un decorso diverso da paziente a paziente. La forma di decorso più frequente (in poco più di un caso su due) è la SM recidivante-remittente, essa può poi diventare una SM cronica-progressiva nella fase successiva.

Gli attacchi sono dovuti a infiammazioni acute del sistema nervoso centrale che alterano la trasmissione degli impulsi delle fibre nervose colpite. Quando l’infiammazione scompare regrediscono completamente, o parzialmente, anche i sintomi.

fold faq Avere la sclerosi multipla vuol dire vivere su una sedia a rotelle?

No, quasi la metà dei pazienti con SM può infatti contare anche nel lungo termine su un decorso favorevole della malattia senza compromissioni rilevanti delle proprie funzioni.

Meno della metà delle persone colpite da SM deve ricorrere nel corso della malattia a una sedia a rotelle e poche in modo permanente. In caso di gravi problemi di deambulazione la sedia a rotelle può addirittura diventare uno strumento utile, in quanto permette una più grande libertà di movimento e quindi una maggior possibilità di partecipazione alla vita sociale.

fold faq Si può guarire dalla sclerosi multipla?

No, purtroppo fino ad oggi non esiste ancora nessuna terapia causale in grado di guarire la SM. Esistono tuttavia farmaci in grado di tenere sotto controllo il sistema immunitario, di alleviare i sintomi e rallentare l’avanzamento della SM. La SM non é quindi guaribile, ma é curabile.

 

fold faq La sclerosi multipla è ereditaria?

La SM non è una malattia ereditaria, anche se la maggiore frequenza di casi di SM all’interno di una stessa famiglia lascia presupporre una certa predisposizione genetica.

Statisticamente i figli e i fratelli/sorelle non gemelli di persone ammalate di SM hanno un rischio più elevato di contrarre la SM rispetto alla popolazione normale (fino a 20 volte).

Ma un rischio del 2 fino al 4 % è comunque un rischio relativamente basso per essere motivo per chi ha ricevuto una diagnosi di SM di rinunciare ad avere figli. Il rischio di trasmettere la SM ai proprio bambini, é comunque di così poco maggiore, che non é in nessun caso paragonabile ai tassi delle tipiche malattie ereditarie. I bambini di persone con SM hanno più del 95% di probabilità di non sviluppare una SM. Né per genitori non consanguinei né per bambini adottati si é trovato fino ad ora un rischio aumentato. Nonostante sia confermata una predisposizione famigliare, non é finora possibile confermare una causa ereditaria, indipendente da fattori esterni.

fold faq Quali sono i sintomi tipici all’inizio della sclerosi multipla?

I sintomi che si presentano all’esordio della SM variano notevolmente da paziente a paziente. Quelli iniziali più frequenti includono: sensazioni alterate nelle braccia o nelle gambe, camminata incerta (atassia) e perdita di equilibrio, calo della vista da un occhio, sdoppiamento della visione (diplopia), perdita di forza.

Tutti i sintomi sopra elencati possono essere anche provocati da altre malattie, per cui é importante un'accurata indagine neurologica, per escludere altre malattie che causano sintomi simili.